Martedì 19 Marzo 2019
Text Size
Domenica, 08 Dicembre 2013 22:48

IMU/ICI - Imposta Municipale Propria

Imu - Imposta municipale unica

Disposizioni legislative

Decreti

Prassi

Adempimenti dei comuni

 

L'imposta Municipale Unica (IMU), rappresenta oggi un tributo particolarmente complesso da gestire a causa della dinamicità del sistema normativo, ma soprattutto per lo stato in cui versano le Banche Dati delle dichiarazioni, dei versamenti ma anche degli archivi ausiliari quali il catasto e le utenze.

La metodologia che le società della Rete LEGATEL hanno messo a punto, mira perciò alla completa ricostruzione ed integrazione delle Banche Dati in possesso dell'Ente affidatario dei servizi (dichiarazioni, variazioni, versamenti, catasto urbano e terreni, utenze, anagrafe ecc..).

La ricostruzione degli archivi avviene mediante l'utilizzo di sofisticate procedure di incrocio informatico che coinvolgono tutte le Banche Dati disponibili.

Le operazioni vengono effettuate in maniera automatica e semi automatica attraverso sofisticate funzioni presenti negli applicativi web-oriented appositamente progettati allo scopo.

I processi di bonifica sono elemento determinante sia in fase di impianto che di successivo aggiornamento (inserimento di nuove denunce di variazione, aggiornamento della Banca Dati catasto per anni successivi ecc..) ed allo scopo vengono tenuti costantemente attivi in ogni step di gestione.

Questa metodologia di lavoro, si è dimostrata essere di particolare efficacia in quanto permette sia di limitare al massimo l'insorgenza del contenzioso tributario causato da errori d'ufficio sia la completa e progressiva ricostruzione dell'archivio della Banca dati della Fiscalità.

Essendo le nostre procedure web-oriented, è possibile offrire completa assistenza al contribuente che si reca presso gli sportelli per eventuali chiarimenti o comunicazioni in quanto tutte le informazioni confluiscono on-line ed in maniera storica nella Banca Dati Centrale dell'Ente.

La tecnologia web degli applicativi che utilizziamo potrà consentire, mediante la connessione al server, di visualizzare la posizione contributiva direttamente da casa propria, di calcolare il dovuto (salvo variazioni in corso d'anno), di presentare le dichiarazioni e variazioni on-line e di pagare, anche tramite carta di credito, l'imposta per l'anno in corso.

 

La gestione IMU/ICI si sviluppa attraverso le seguenti principali fasi:

 

Bonifica e rapporto con il Contribuente

La bonifica dei dati è sempre stato un processo lungo e faticoso, tuttavia riveste un ruolo fondamentale al fine del buon esito delle successive fasi di lavorazione. Le nostre procedure sono state studiate allo scopo di sollevare l'operatore da tutte le operazioni massive e ripetitive, ciò ha permesso di limitare l'intervento del personale che avviene solo nei casi in cui il sistema automatico non abbia la certezza del dato corretto. Tutto ciò è possibile grazie all'utilizzo di processi di bonifica
a cascata multipla che coinvolgono contemporaneamente tutti gli archivi presenti nel sistema (strade, località, dati delle denuncie quali quelli anagrafici e del quadro descrittivo degli immobili, versamenti, archivi catastali, utenze ENEL ecc.), riuscendo così ad attingere ed integrare le posizioni mancanti o anomale in maniera automatica e certa.

Al termine del processo si ottengono così gli archivi sanati da gran parte delle anomalie che si riscontrano in fase di primo caricamento.

Le eventuali posizioni incomplete o errate, vengono segnalate ed integrate, se necessario, mediante la convocazione del contribuente, il quale viene invitato a presentarsi presso i nostri uffici con il solo materiale di cui l'Ente non è in possesso.

 

Fase di liquidazione e Front Office

Raccolti tutti i dati necessari si provvede al calcolo delle liquidazioni derivanti da errori formali, da tardive denuncie o omessi o tardivi versamenti.

Le posizioni soggette a verifica sono controllate una alla volta e non danno così luogo ad imprecise emissioni massive, laddove fosse possibile, l'emissione avviene in maniera contestuale alla convocazione del contribuente.

La metodologia di lavoro si è dimostrata essere molto efficace al fine di prevenire eventuali contenziosi in quanto il contribuente viene messo a conoscenza degli errori commessi ed è così motivato ad interagire con l'Ente affidatario del servizio e con il nostro personale.

L'atto di liquidazione contiene tutti i dati necessari al calcolo del dovuto e le segnalazioni delle anomalie riscontrate.

Si provvede infine all'emissione del bollettino di c.c.p. precompilato con gli importi dovuti. Nella stessa fase si evidenziano gli immobili con rendita presunta, onde poter richiedere all'UTE l'attribuzione delle rendite definitive.

Una volta ricevute queste ultime, si provvede, se necessario, alla stampa del relativo avviso di liquidazione.

 

Emissione Avvisi e Gestione del Contenzioso

In questa fase vengono attivati una serie di incroci informatici finalizzati a mettere in luce le omesse o infedeli dichiarazioni.

Allo scopo vengono contemporaneamente utilizzati più archivi tra quelli presenti nella procedura (dichiarazioni e variazioni IMU/ICI, archivi catastali, utenze ENEL, archivi camera di commercio, dichiarazioni TARSU ecc).

Nel caso vengano rilevate unità immobiliari non dichiarate o infedelmente dichiarate rispetto alla situazione storica dei dati catastali, si procede al calcolo della differenza d'imposta, sanzioni ed interessi tenendo conto del regime sanzionatorio più favorevole al contribuente, sia d'ufficio, laddove gli elementi impositivi siano certi, sia in sede di convocazione. Congiuntamente, si provvede alla stampa dei bollettini di ccp e dei relativi avvisi di accertamento.

L'atto di accertamento, oltre ad essere correttamente motivato, contiene tutti i dati necessari al calcolo del dovuto e fa riferimento agli articoli di legge o regolamento comunale dell'anno d'imposta in oggetto.

Nel quadro riassuntivo degli immobili, sono inoltre chiaramente segnalate le anomalie riscontrate per ogni unità immobiliare.

Nel caso il contribuente presenti ricorso alla commissione tributaria di competenza, il nostro servizio può essere eventualmente esteso alla redazione delle memorie difensive e/o controdeduzioni.

Le società della ReteLEGATEL si avvalgono in merito dei propri uffici legali qualificati ed efficienti, pronti a dare valido supporto alle P.A. Sui rispettivi portali internet delle imprese della Rete sono inoltre attivi forum ordinati per argomento e approfondimenti normativi sui tributi che gestiamo.

 

Gestione del Tributo

I precedenti step di lavorazione aprono con facilità la strada alla gestione ordinaria del tributo.

In questa fase si apprezza con maggior evidenza l'importanza di avere sotto controllo più archivi, tra di loro allineati e bonificati all'interno dei quali è possibile attingere tutte le informazioni riguardanti la platea contributiva.

Grazie alla certezza dei dati anagrafici dei contribuenti, risulta semplice caricare in maniera storica gliarchivi che annualmente confluiscono all'ente quali le variazioni per anni successive ed i versamenti. Entrambi, vanno ad integrare la Banca Dati dell'archivio informatico e sono sottoposti ai medesimi step di bonifica a cascata multipla precedentemente menzionati.

I nostri applicativi permettono la ricerca di un soggetto per codice fiscale, per partita IVA per cognome, per numero contribuente. Le denunce successive alla prima, tengono inoltre conto delle variazioni intervenute a fronte di una stessa unità immobiliare. Tali variazioni sono storicizzate allo scopo di mantenere inalterate le situazioni precedenti e vanno a costituire la posizione contributiva nei vari anni d'imposta. In questo modo gli archivi sono sempre consultabili in tempo reale e permettono l'emissione degli avvisi di pagamento e la stampa dei bollettini precompilati.

Per ciascun contribuente, dichiarante, contitolare viene inoltre visualizzata la situazione dell'imposta dovuta in relazione alle singole tipologie di immobili, delle detrazioni spettanti nonché degli eventuali atti già emessi. Le somme non riscosse vengono iscritte a ruolo coattivo per essere incassate dai Concessionari Esattori o
dagli altri soggetti di cui alla lettera b) c. 4 dell'art.52 D.Lgs 446/97.